<-- TORNA AL PORTFOLIO

Guarda la Gallery -->

Non abbiamo avuto la fortuna di vedere subito dall'inizio l'appartamento; Gianluca ci mandava foto su foto nella nostra casella di posta….ma non ci portava mai a visionare l'attico. Comunque l'idea di cosa realizzare e ottenere c'era fin dall'inizio nelle nostre teste: valorizzare il terrazzo e dare un'anima agli ambienti.
L'appartamento era inizialmente poco valorizzato e impersonale: i marmi nei bagni, lo stucco veneziano sulle pareti rendevano le stanze poco giovanili e dal gusto un po' retrò….forse era per questo che nessuno ci mostrava la casa???
Al piano c'erano sia zona notte che zona giorno con cucina separata e in mansarda si trovava solo il terrazzo e un grande monolocale per gli ospiti.
Ci chiedevamo continuamente…come sfruttare meglio quel terrazzo? Unica soluzione era portare la cucina al piano mansarda, e così abbiamo fatto. Però mancava ancora qualcosa….il terrazzo è bello ma quando troppo grande rischia di essere spoglio e senza anima….quindi???? “Perché non fare una bella veranda” dice Gianluca, il nostro giovane e creativo committente, e così è stato.
Oggi il piano mansarda è completamente vetrato e la cucina sta in un volume di vetro. Vista la particolarità degli ambienti ci siamo sbizzarrite con colori e materiali: resina alternata al teak, porpora alternato al verde acido e azzurro, 10 sedie di design tutte diverse, divani/materasso con colori contrastanti, palestra….
Scendendo al piano abitativo era il caso di placare gli animi….e le cromie, per dare un po' di tono al soggiorno di rappresentanza.
Toni più morbidi fanno da sfondo alle curve sinuose delle pareti esistenti; le pareti squadrate del piano superiore lasciano spazio ad andamenti curvilinei creati in vetro e muratura. Il tutto sottolineato con illuminazione puntuale o diffusa.
La vecchia cucina è diventata in parte studio e in parte lavanderia, comodissima quando si hanno gli spazi per realizzarla. La chicca vera e propria è la camera da letto: una mini suite per il padrone di casa; la testata del letto, rivestita con wall paper di design contemporaneo, separa dalla zona armadio e si contrappone alla parete in fronte che invece divide dalla zona lavabo. Quest'ultima permette di nascondere l'area wc-bidet, che insieme alla doccia stanno dietro a una parete completamente vetrata.

Dopo un anno di lavoro l'avventura è finita...cosa ne dite, ne è valsa la pena di investire questi 365 gg???

DURATA DEI LAVORI: Circa 9 mesi
COSTO INDICATIVO RISTRUTTURAZIONE: Compresso tra 90-100.000 €

Guarda le planimetrie